Utilizzare le parole giuste è fondamentale al fine di comunicare correttamente per poter far passare il messaggio chiaro e comprensibile al nostro interlocutore. Le parole possono ferire il nostro ego o infiammare il nostro cuore: possiamo cambiare all’istante qualsiasi esperienza emozionale semplicemente scegliendo parole diverse per descrivere a noi stessi quello che proviamo. La gente con un ricco vocabolario ha una tavolozza piena di colori con cui dipingere la propria esperienza, non solo per gli altri ma anche per se stessa , come dice Anthony Robbins. Usare parole a forte carica emozionale può trasformare magicamente il vostro stato emotivo ed ora vediamo qualche esempio:

“ODIO allenarmi quando piove”, “ODIO fare la preparazione”, “ODIO giocare in quel ruolo”, usare queste espressioni aumenta l’intensità negativa dello stato emozionale, prova magari a dire “preferisco qualcos’altro”. Se per prepararci ad una gara, o durante, utilizziamo parole del tipo:

ODIO, RABBIA, ARRABBIATO, NERVOSO, TRISTE, ANSIOSO, CONFUSO, PROBLEMA, INCAPACE, IMPREPARATO, ecc.. ecc..

Probabilmente l’ approccio sarà verosimilmente negativo. Proviamo invece a sostituire le parole precedenti con una parola che susciti emozioni positive o quantomeno inibisca la sensazione negativa, createvi insomma la possibilità di scegliere, ad esempio:

TOLLERANZA, BENISSIMO, ACCETTAZIONE, ENERGETICO, FIDUCIOSO, LIBERO DI POTER SCEGLIERE, MEDITATIVO, ALLENATO, PRONTO Ecc.. Ecc…

Augurandoti un buon allenamento nel rendere il tuo linguaggio interiore più ricco, ti saluto con questa bellissima frase di George Bernard Shaw:

“Alcuni uomini osservano il mondo e si chiedono: perché? Altri osservano il mondo e si chiedono: perché no? ”

Simone

La zona di comfort